Pageviews from the past week

Sunday, 2 October 2011


Passata Lusaka, l'attraversamento dello Zambia è rapido ed indolore.....
Passed Lusaka, the crossing of Zambia is fast and plain.

 The mixes of reds and greens will accompany us up to the border.
Tough the woodland yet look productive.......charcoal production in Zambia appears the highest in the whole trip (with and estimated average density of 1 charcoal selling spot every 1 km)

Ci fermiamo un'ultima notte a circa 300 km dal confine Tanzano in una farm esageratamente bella e grande ed è qui che ci ammolliamo in una pozza di acqua sorgiva a 40° C.....!!!!!
We stop one last night in another beautiful place at about 300 Km from the border at Tunduma.
Here in this farm we have the chance to bath in a 40° C pool and enjoy the landscape (with otters...that I do not see!!)

animals of the pool

Interesting piece of African industrial hystory...the first tractor imported from England...
The day after is Tunduma.....and than after that is Mbeya for the night.
Il giorno dopo si parte per Tunduma, città di confine e poi via verso Mbeya per fermarci la notte.

Such a sad arrangement for the we were used to much nicer places....however we were proud to take the position of the chop chop.
Il campeggio è una triste realtà di una cultura turistica assolutamente diversa da quella alla quale ci eravamo abituati....
quanto meno ci siamo messi al posto dell'elicottero!
And Tanzania appears to our eyes bared, and rather overexploited.
Most of the trip on the way back home, we look at the landscape and the people noticing the differences with the southern african countries visited along this trip.......
E la Tanzania ci appare denudata della sua vegetazione e piuttosto sovrasfruttata. Lungo tutto il tragitto di rientro non possiamo fare a meno di confrontare questo paesaggio e la sua gente con quanto abbiamo visto durante il viaggio negli altri Paesi.....
The trip is we are back least, back to the African home in Arusha (Tanzania).

Non poteva mancare l'ennesimo contributo alle Forze dell'Ordine, nonostante il nostro massimo impegno Caterina è caduta nuovamente nella trappola!!
Admission of guilt... again
Il viaggio è dunque terminato....ritornati a casa ad Arusha...qualche giorno di ri-organizzazione e poi via che si parte per la casa “Madre”.
It has been great and fantastic.
On the side stories there will be some statistic of the trip for general technical information.
Thanks to all the followers and devoted ready we will repeat the experience!!!!
E' stata un'esperienza favolosa. Presto in una pagina delle side stories aggiungeremo qualche statistica tecnica.

Grazie a tutti I devoti che ci hanno seguito. Preparatevi alla prossima avventura che speriamo di poter affrontare presto!!!

Friday, 23 September 2011

ZAMBIA.....the today update

19 -23 settembre

Un pò stufati di questa gran massa di turisti e di finta africa ben organizzata decidiamo di passare allo Zambia da Katima Mulilo.

We decided to have had enough of all these tourists and fake african style and passed the border to Zambia at Katima Mulilo.

Appena passato il confine si torna nell'Africa vera: uffici di dogana malmessi e disorganizzati, strade asfaltate bucherellate ed interrotte, infrastrutture carenti e quelle esistenti questa è l'Africa quella vera

Crossing the Zambezi, again and again....from Namibia to Zambia...

E via in cerca di altre avventure ci fermiamo per la notte in un grazioso campsite sulle rive dello Zambezi a 20 Km da Livingstone.

Stop 20 km south of Livingstone in a very nice campsite on the banks of the Zambezi river and there we are told about the national election.

The perfect time to pass by Zambia!!!
The election day is the 20th, and in fact every kind of shop, bank or other is closed, even at Livingstone which we visit very quickly also because immediately annoyed by a gang of touts.

Questo è Zio Fester candidato

Ed eccoci nel mezzo dell'avventura. Ottimo tempismo per attraversare lo Zambia. Oggi elezioni nazionali e la gente con la quale parliamo ci riferisce di possibili disordini a seconda di chi vincerà.

Passiamo Livingstone in tutta fretta, tutto chiuso, banche e negozi ed anche troppi sciacalloni di strada che ci assillano al nostro primo stop.

Raggiungiamo Monze e qui ci fermiamo in un'altro bel campeggio, lontani ormai dalla fauna selvatica, ma ancora attrattivi per altro tipo di fauna!!

La gattona pantera, passa la notte con noi, comodamente accoccolata ai piedi di Ugo, dopo aver condiviso il nostro pollo.

No more wildlife...but still someone is interested on our presence.
This one slept in our tent, after eating the chicken with us for dinner.
Camp site of Monze where the Savory family (white farmers) is helping the local community with any mean, amongst which an art and craft of women.

Chirundu: 21 settembre

Still in consideration to the election and collecting various opinion from the people we now have to decide.
Better to be blocked by the riot being in a large city as Lusaka or in the middle of nothing?

We decide for the middle of nothing and move back to the Zambezi, finding ourselves on the other side of Manapools....though not that wild, but still not too bad!!!

E pur sempre considerando le elezioni e quanto ci dice la gente con la quale parliamo, dobbiamo prendere una decisione.
Meglio rimanere bloccati in Zambia dagli eventuali disordini stando in una grande città (Lusaka) oppure nel mezzo del nulla?

Ovviamente vince il mezzo del nulla e ci dirigiamo nuovamente verso lo Zambezi fermandoci in un campsite quasi di fronte a Manapools. Non così selvaggio come ci si aspettava, ma tutto sommato non male.

Nel caso da qui abbiamo una via di fuga rientrando rapidamente in Zimbabwe...poi da lì, si vedrà.

23 settembre 2011

After spending two days in a peaceful place, just doing nothing for recovering of so much stress (!!!!) we left to Lusaka by following the Kafue river and than upstream....

A part from some few signs of “trouble” (actually people enjoying the results of the elections) Lusaka was not that terrible and we crossed it fast without any problem....

And a campsite at Mkushi far from trouble and messy places...Ugo is trying another mean of transport to come back home



16th september 2011

At this point we are on the return trip....back home

Back to Grootfontaine and than to the Caprivi corridor in three days with a technical stop at Tsumeb for vehicle service (Felix, we did clean the radiator for some overheating problem, but now all it's ok).

One night at Rundu, with nice neighbours.

18th September

The competition between Mana pools and this other Camp is high.

 At the arrival: 18 hours locked inside the vehicle and in the tent never touching the ground or opening doors because of tens of elephant stationing around us the whole time.

The ranger released us from the elephant approaching the camp by boat and still spending sometime with us chatting until the last female elephant goes away with her calf.

Un posto magnifico quasi quanto Manapools in fatto di selvaticume...all'arrivo dopo diversi km di fuori strada sabbioso non c'è nessuno alla reception, quindi scegliamo da soli il nostro posto. Nel campo c'è solo un'altra coppia e manteniamo le distanze!
Dopo un'oretta ci ritroviamo assediati da decine di elefanti fino al mattino.

E' il ranger che ci libera dall'assedio verso le 8.30 del mattino, approcciando il nostro campo dal fiume con la barca. Ci grida che non si fidava di attraversare il campo a piedi avendo visto la quantità di bestioni...rimaniamo a chiaccherare lui dalla barca e noi dalla nostra postazione sopraelevata fino a quando l'ultima elefantona con figliolo un pò scocciati, se ne vanno.

The following morning we realized that also the Leopard come to visit, but finding the tree occupied by our tent (set below it) it probably went away disappointed.

Ed anche il leopardo è passato di fianco a noi, probabilmente per salire sul suo albero sotto il quale ci siamo accampati. Ma di questo ce ne rendiamo conto solo osservando le tracce freschissime sopra quelle degli elefanti della notte.

It is a pity that the day after many other tourist arrived to the camp and no elephants or leopard come to visit.

Peccato però che il giorno dopo arrivino tantissimi altri turisti ed il campo non è più così bello come prima.


Almost a nightmare the camping site at Okwakwejo
It is highly recommended not to enter the Park in a week end....otherwise the environment is incredible, with billions of jackals, springbuck, some few elephant, wildebeest, the black faced impala, the black rhino amongst those observed.

And also the typical image of the great male Lion resting at the Etosha we can go looking for the Roan and the Sable, whereas for the white rhino...lets make another time.

MAI, MAI, MAI andare all'Etosha durante il week end. Il campeggio di Okaukuejo fra i peggiori di tutto il viaggio. Qui l'ingordigia dell'ente parchi è senza limiti, la prima sera ci sono talmente tante persone al campo che sembra di essere ad un Festival dell'Unità.
Malgrado tutto, bello l'ambiente e in lista fra gli osservati ci sono milioni di sciacalli della gualdrappa, springbuck, gnu, elefanti, rinoceronte nero, l'impala faccia nera.

 Ed anche la classica foto del bel leone maschio sullo sfondo bianco dell'Etosha pan.

Ora possiamo procedere alla ricerca delle antilopi Roan e Sable. Per il rinoceronte bianco.....sarà per un'altra volta!

Anyway, tourist or not, this was the typical activity and expression during the all Etosha visit....

Questo giuro non lo abbiamo attratto con I nostri si è dimostrato molto, molto impertinente!!
A tout squirrel!!!

Poi ad Halali.....than Halali..........

The Honey badger is known to be a difficult animal when overlapping with human beings.
This one has given the best demonstration.

Non sarà mica capace di aprire il frigorifero!!!

One good chicken, two steaks, one jar of jam, three bars of chocolate...but all in a typical OVERKILLING situation, none of these “prey” was completely finished.


Ugo mi ha viziato con due giorni di festeggiamenti (il 13 ed il 14)

after 46 years..there is nothing left than just resting on the side of the swimming pool and....

two days watching animals at the pool, comfortably seat with food and drinks at less than 100 metres from rhino, elephants, kudu, impala, zebra, iena, african fox, jackals, etc. etc.


E qui sul confine esterno del Parco si vedono di nuovo I leoni in un tentativo di caccia purtroppo andato a vuoto....

hunting attempt.......